Passatelli

passatelli

Ingredienti

Dosi per 4 persone

  • formaggio grana (forma zala leggermente piccante)
  • pane secco
  • quattro uova
  • un po’ di noce moscata

Procedimento

Non occorre la sfoglia.
Era regola fondamentale che la dose del formaggio grana fosse più abbondante di quella del pane grattugiato per avere una maggiore gustosità.
lo grattugiavo il pane secco, la mamma il formaggio e la noce moscata. Tutto si poneva sulla spianatoia: si mescolava o impastava con le uova al fine di ottenere un composto sodo ben compatto. La mamma, ora, prendeva lo stampo (un arnese bucherellato con due impugnature) e premeva con forza sull’impasto. Dal fori dello stampo uscivano i passatelli come tanti vermicelli; con il coltello li tagliava alla base e Il ammucchiava sul tagliere. E così fino al termine dell’impasto. Con un canovaccio li copriva in attesa che il brodo di manzo o di gallina messo nel paiolo sopra un fuoco ben ardente bollisse. Svelta scopriva i passatelli e con la sessola li versava nel brodo bollente e, dopo otto o dieci minuti di cottura, staccava il paiolo dal gancio della catena del focolare e con gesto deciso versava la pasta nella zuppiera.

Un soave e delicato profumo che si alzava dalla zuppiera, ti entrava nelle narici e sedevi a tavola con tanta voglia di gustare una minestra così prelibata e tanto gradita